Il Pratello

Non sono molti i luoghi di Bologna che mettono d'accordo tutti, anzi, forse ce n'è uno solo. Più che un quartiere il Pratello è un paesino d'altri tempi, dipinto di ocra e di arancio, fatto da una strada pittoresca e da una magnifica piazza, in cui tutti si conoscono ed ognuno ha il suo posto nell'affresco.

Se Bologna mai ne ha avuto uno, questo è il suo quartiere degli artisti, costellato di osterie, invaso dalla musica e brulicante di gente.
Se Dublino e Parigi si innamorassero, il frutto della loro unione sarebbe simile a questo angolo di città, antico nella forma e radicale nella sostanza, per alcuni solo alticcio ma per altri decadente e bohemien.

A dispetto di ciò àl Pradél resta un rione bolognese, nel senso più stringente del termine, con le sue case gialle e rosse in bilico sui portici sottili e le pietre a vista dei selciati, impreziosito dal gioiello della facciata della chiesa di S. Francesco, che sta a via del Pratello un po' come il Colosseo sta ai Fori Imperiali.

I monumenti qui, però, sono la gente. Le persone che qui vivono e lavorano, che prima sono state definite, forse in modo un po' generoso, artisti, sono la vera cifra del posto.
Ogni essere umano bizzarro e fuori dagli schemi presente nel mondo sembra essere magicamente confluito in questi pochi metri di strada.
Dall'edicolante alla pensionata, nessuno fa della normalità la sua bandiera. Dandies, clochards, travestiti, vecchi osti e giovani fannulloni, viaggiatori e semplici forti bevitori; ognuno ha una storia da raccontare a chi conserva ancora la lucidità per seguirla e a chi non manca di un pizzico d'immaginazione per giustificarla.

Portami Qui!

Iscriviti alla newsletter

Resta informato su tutti gli articoli
e le iniziative di Visit Bologna.

Invia
Accetto le condizioni di Privacy Policy

VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO