Oltre la ragazza

Molte delle persone che si stanno recando, o si recheranno, a Palazzo Fava, con tutta probabilità dovranno la loro visita solamente al magnetico sguardo della ragazza più famosa d'Olanda. Non tutti infatti sanno quali capolavori, testimonianze dell'epoca d'oro della pittura fiamminga, la accompagnino nel suo soggiorno bolognese, nella cornice degli splendidi affreschi dei Carracci.

La mostra, infatti, cerca di fornire un quadro il più possibile completo della straordinaria e variegata stagione artistica che i Paesi Bassi vissero durante il XVII secolo, traghettando il visitatore attraverso i diversi generi in cui essa si articolò, per portarlo infine al cospetto di Vermeer e Rembrandt.

Diversamente da quanto succedeva nel resto d'Europa nello stesso periodo e probabilmente a causa delle loro attitudini mercantili, gli Olandesi svilupparono un precoce gusto borghese e decorativo per la pittura, che creò un fiorente mercato e favorì il proliferare di una varietà di generi pittorici, dal ritratto al paesaggio, dalla scena di genere alla natura morta.

Attraverso alcune opere esemplari si è tentato, a Palazzo Fava, di ricostruire proprio questa brulicante esplosione di forme espressive, diventata ormai simbolo di un'epoca e di un popolo.

Accanto a Vermeer, del quale è possibile ammirare, oltre alla protagonista indiscussa, il dipinto Diana e le sue Ninfe, e all'immenso Rembrandt del Canto di lode di Simeone e del Ritratto di uomo anziano, c'è davvero un mondo da scoprire.

Il famoso ritrattista Frans Hals, le scene di vita quotidiana di Pieter de Hooch e di Jan Steen, la Suonatrice di violino di Gerrit van Honthorst e il dolcissimo Cardellino di Carel Fabritius sono solo alcuni dei tesori del Mauritshuis, straordinario museo di L'Aja, che faranno compagnia a Bologna ad una ragazza che tutti ormai vogliono conoscere.

Portami Qui!

Iscriviti alla newsletter

Resta informato su tutti gli articoli
e le iniziative di Visit Bologna.

Invia
Accetto le condizioni di Privacy Policy

VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO