Il tortellino: ombelico di Venere

Tra Bologna e Modena non è mai corso buon sangue, neppure nell'ambito culinario. Pensate che, anche per quanto riguarda l'invenzione dei tortellini, la disputa sulla sua paternità non si è ancora spenta del tutto.
Anche la più nota leggenda sui «turtléin» sottintende questa rivalità, collocando il luogo della loro origine a Castelfranco, località sulla via Emilia tra Bologna e Modena.

Qui, in una locanda, un cuoco «guardone», avendo spiato Venere nuda attraverso il buco di una serratura, era rimasto ammaliato dal suo ombelico. Tornato in cucina, aveva cercato di riprodurne la forma manipolando un ritaglio di pasta fresca, appena tirata col mattarello.

Un'altra leggenda ne fa risalire la nascita addirittura all'anno 1095. quando un cuoco volle onorare con questo piatto i primi crociati bolognesi.

A noi fa più piacere la prima versione perché è la Bellezza a trionfare. Se poi, come in questo caso, alla Bellezza si unisce il Gusto, il «matrimonio» è fatto.
Se venite a Bologna, vi raccomandiamo vivamente questa specialità. Dovete andare alla ricerca di un locale dove i tortellini vengono ancora fatti a mano nella maniera tradizionale e cotti nel brodo di cappone o di gallina.
Sappiate che la ricetta dei tortellini è depositata presso la Camera di Commercio di Bologna e che, in loro onore, è nata la «Dotta Confraternita del tortellino».

Una curiosità: sapete che nel ripieno, accanto al prosciutto crudo, alla mortadella, al lombo di maiale, al parmigiano e all'uovo, c'è anche «un pizzico d'Oriente»? Sì,un pizzico di noce moscata che dà quel tocco, quel certo non so che: provare per credere.


(photo credit: TortellinoToday)

Portami Qui!

Iscriviti alla newsletter

Resta informato su tutti gli articoli
e le iniziative di Visit Bologna.

Invia
Accetto le condizioni di Privacy Policy

VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO VisitBologna- VBO